familismo amorale

    379

    Concetto introdotto da Edward C. Banfield nel 1958 per cercare di capire perché alcune comunità siano socialmente ed economicamente arretrate. Familismo perché l’individuo perseguirebbe solo l’interesse della propria famiglia nucleare, e mai quello della comunità che richiede cooperazione tra non consanguinei. A-morale perché si applicano le categorie di bene e di male solo tra familiari, e non verso gli altri individui della comunità.L’amoralità non sarebbe quindi relativa ai comportamenti interni alla famiglia, ma all’assenza di relazioni sociali morali tra famiglie e tra individui all’esterno della famiglia.

    Print Friendly, PDF & Email
    « Back to Glossary Index
    CONDIVIDI
    Articolo Precedentefatto sociale
    Articolo Successivofattori culturali