marginale

    195

    Chi si pone in un ruolo di minoranza, a causa dei suoi comportamenti, non condivisi dalla maggioranza di una collettività, o a causa di pregiudizi sociali, suscitati da particolari caratteristiche o condizioni di vita. È una situazione difficilmente modificabile,
    perché provoca un processo di emarginazione e il soggetto che si percepisce marginale ritiene immodificabile la propria condizione.

    Print Friendly, PDF & Email
    « Back to Glossary Index