Quando si parla di addolcitore d’acqua si fa riferimento a un particolare dispositivo che ha la precisa finalità di intervenire sulla durezza dell’acqua, ovvero, sulla quantità di calcare presente al suo interno.

Il funzionamento dell’addolcitore dell’acqua si basa essenzialmente su un particolare processo fisico chiamato “scambio ionico” in virtù del quale vengono rimossi dall’acqua gli ioni di magnesio e il calcio, ambedue responsabili della formazione del calcare, e sostituendoli con quelli di sodio. Ciò premesso, occorre analizzare quali sono i benefici e i possibili vantaggi che derivano dall’installazione di questo dispositivo.

1.      Capelli più morbidi e pelle idratata

Uno dei principali vantaggi dell’utilizzo di un addolcitore acqua è la sensazione di capelli più morbidi e di pelle ben idratata. Il calcare presente nell’acqua, infatti, può danneggiare i capelli nel tempo, contribuendo all’effetto crespo dopo lo shampoo.

Con un addolcitore, l’acqua viene privata del calcaree questo riduce la necessità di prodotti per capelli e diminuisce la frequenza dei lavaggi settimanali, poiché la cute rimane pulita più a lungo.

Anche i vantaggi sulla pelle sono evidenti: il calcare si deposita nei pori, provocando una sensazione di secchezza e ruvidità al tatto. L’acqua addolcita, invece, migliora la qualità dell’epidermide, prevenendo eventuali arrossamenti causati dal calcare. Inoltre, la pelle risulta più idratata e morbida al tatto.

2.      Minore impiego di detersivi

Un altro vantaggio significativo di un addolcitore è la riduzione di detersivi e detergenti. La durezza dell’acqua, infatti, limita l’efficacia dei tensioattivi presenti nei saponi e nei detergenti, pertanto è necessario impiegare una maggiorequantità di prodotto per ottenere i risultati desiderati.

Con l’acqua addolcita, invece, è possibile utilizzare una quantità minore di detersivi, con un conseguente risparmio. Bisogna considerare, inoltre, che con un addolcitore non è necessario più acquistare prodotti anticalcare.

Ancora, l’addolcitore migliora la qualità della biancheria, rendendola più morbida senza l’uso di ammorbidenti. L’acqua dura lascia residui di calcare sulle fibre dei tessuti, rendendoli molto ruvidi. Al contrario, l’acqua addolcita evita la formazione di questi depositi, mantenendo la biancheria soffice e piacevole al tatto.

3.      Risparmio energetico

L’addolcitore favorisce anche il risparmio energetico. L’accumulo di calcare infatti può influenzare negativamente il funzionamento di diversi elettrodomestici come lavatrici, lavastoviglie e bollitori, riducendone la durata e aumentando i consumi, con conseguente aumento delle bollette.

Al contrario, in assenza di calcare, gli elettrodomestici utilizzati possono lavorare a pieno regime consumando meno energia elettrica o combustibile per svolgere le loro funzioni. In più, l’assenza di calcare nell’acqua permette di ridurre i danni agli elettrodomestici e gli interventi di manutenzione necessari per mantenere efficienti le tubature e gli apparecchi che utilizzano acqua.

Inoltre estendere la durata e le performance degli elettrodomestici significa ridurre l’energia e l’utilizzo di risorse associate alla loro produzione.

Print Friendly, PDF & Email