Se ne parlava da mesi, adesso è ufficiale: è stato indetto il bando per il reclutamento della figura del Navigator. Si tratta di una figura che si occuperà di fornire assistenza tecnica in relazione alla misura del Reddito di Cittadinanza. Per partecipare al concorso per Navigator c’è tempo fino al giorno 8 maggio. Ecco tutto quello che bisogna sapere.

Attività

Il bando Navigator è finalizzato alla selezione di circa 3mila laureati, che dovranno supportare i Centri per l’Impiego per la gestione delle attività legate al Reddito di Cittadinanza. Queste risorse si occuperanno di fornire, per contro dell’ANPAL Servizi (Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro), assistenza tecnica ai CPI in relazione ai servizi e all’acquisizione e implementazione di metodi e tecniche innovativi adottate per il RdC. L’inserimento dei Navigator avverrà attraverso un percorso formativo specifico erogato dalla stessa ANPAL.

Requisiti

Possono partecipare al concorso Navigator 2019 i candidati in possesso delle seguenti lauree:
– Scienze dell’economia (LM‐56 o 64/S);
– scienze della politica (LM‐62 o 70/S);
– scienze delle pubbliche amministrazioni (LM‐63 o 71/S);
– scienze economico aziendali (LM‐77 o 84/S);
– servizio sociale e politiche sociali (LM‐87);
– programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali (57/S);
– sociologia e ricerca sociale (LM‐88);
– sociologia (89/S);
– scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua (LM‐57 o 65/S);
– psicologia (LM‐51 o 58/S);
– giurisprudenza (LMG‐01 o 22/S);
– teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica (102/S);
– scienze pedagogiche (LM‐85 o 87/S);
– oppure diploma di laurea (DL) corrispondente o altra laurea equiparata o equipollente;

Oltre al titolo di studio, si devono possedere anche i seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana o straniera, con regolare permesso di soggiorno per lavoro;
– godimento dei diritti civili e politici;
– non aver subito condanne penali e non avere procedimenti penali in corso, e non essere oggetto di interdizione o altre misure che escludono la costituzione del rapporto di lavoro con le pubbliche amministrazioni;
– assenza di condanne penali, anche se con sentenza non passata in giudicato, per reati di mafia, terrorismo, narcotraffico, violenza sessuale, malversazione, truffa, frode, concussione, corruzione, induzione indebita a dare o promettere utilità, istigazione alla corruzione, peculato, turbata libertà dell’industria o del commercio, ricettazione, riciclaggio, autoriciclaggio;
– non essere stati licenziati o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
– idoneità fisica.

Posti disponibili

I posti di lavoro messi a disposozione sono 2.980, così distribuiti in base alle aree territoriali di inserimento:
– n. 54 posti in Abruzzo;
– n. 31 posti in Basilicata;
– n. 170 posti in Calabria;
– n. 471 posti in Campania;
– n. 165 posti in Emilia Romagna;
– n. 46 posti in Friuli Venezia Giulia;
– n. 273 posti nel Lazio;
– n. 66 posti in Liguria;
– n. 329 posti in Lombardia;
– n. 55 posti nelle Marche;
– n. 13 posti in Molise;
– n. 176 posti in Piemonte;
– n. 248 posti in Puglia;
– n. 121 posti in Sardegna;
– n. 429 posti in Sicilia;
– n. 152 posti in Toscana;
– n. 33 posti in Umbria;
– n. 6 posti in Val D’Aosta;
– n. 142 posti in Veneto.

Modalità di selezione

La procedura concorsuale prevede l’espletamento di una prova scritta, mediante la somministrazione di un test a risposta multipla costituito da 100 domande, così ripartite:
– n. 10 quesiti di cultura generale;
– n. 10 quesiti psicoattitudinali;
– n. 10 quesiti di logica;
– n. 10 quesiti di informatica;
– n. 10 quesiti sui modelli e strumenti di intervento di politica del lavoro;
– n. 10 quesiti sul reddito di cittadinanza;
– n. 10 quesiti sulla disciplina dei contratti di lavoro;
– n. 10 quesiti sul sistema di istruzione e formazione;
– n. 10 quesiti sulla regolamentazione del mercato del lavoro;
– n. 10 quesiti di economia aziendale.

Durata e retribuzione

Ai vincitori del concorso saranno conferiti incarichi di collaborazione che avranno durata fino al 30 aprile 2021. La retribuzione prevista è pari a 27.338,76 euro lordi, più un rimborso forfettario delle spese di viaggio, vitto, alloggio e simili pari a 300 euro lordi mensili.

Presentazione della domanda

Le domande di partecipazione devono essere presentate, secondo le modalità indicate nel bando, esclusivamente in via telematica, entro le ore 12.00 del giorno 8 maggio 2019, attraverso l’apposita piattaforma realizzata dall’ANPAL in collaborazione con l’Inps.

Per tutte le informazioni relative al concorso per Navigator e per candidarsi alle posizioni, CLICCA QUI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly, PDF & Email