L’acquisto di una casa rappresenta un momento di svolta nella vita, che si accompagna ad eventi importanti – legati in genere al lavoro o alla sfera familiare – in grado di stravolgere per sempre le personali prospettive. Le giovani coppie così come i single più indipendenti sognano il momento di ricevere le chiavi di casa per iniziare un nuovo e avventuroso percorso. La (spesso) lunga fase della scelta porta con sé tutta una serie di incertezze legate alla zona, alla metratura e alla tipologia di abitazione. Si tratta comunque di un passaggio obbligato e senza dubbio entusiasmante, che spalanca le porte a un ulteriore step da concretizzare nella personalizzazione e l’arredamento della casa.

Rendere piacevole l’ambiente domestico è un presidio di libertà assoluto: un momento ad alto tasso creativo, durante il quale si pianifica la trasformazione di stanze e volumi a propria immagine e somiglianza. Concedersi qualche vizio rappresenta l’apice della personalizzazione: ci sono determinati comfort che sono ritenuti assolutamente imprescindibili.

Le basi dalle quali iniziare per creare l’ambiente ideale

È chiaro che per rendere abitabile e confortevole tutto l’ambiente domestico anche nei mesi freddi, spendendo il giusto, si dovranno innanzitutto valutare le migliori offerte gas per la casa. Avere un ampio ventaglio di proposte tra le quali poter scegliere, adatte alle nostre esigenze, rappresenta un grande vantaggio ed è per questo che è bene non fermarsi all’offerta del primo fornitore che troviamo. Lo stesso discorso vale per una buona connessione internet, altro elemento fondamentale al quale pensare subito. È utile non solo a livello pratico, ma anche per le attività legate al divertimento e al relax: le sessioni di binge watching delle popolari serie tv, ad esempio, si inseriscono a pieno titolo – assieme alla lettura – tra le migliori attività da svolgere da soli o in compagnia.

A questo proposito, è importante creare uno speciale angolo deputato esclusivamente al relax, che rappresenta la ciliegina sulla torta di un appartamento. Progettare e creare questa particolare zona della casa non è semplice, occorre un surplus di estro: una fase di studio che pone al centro spazi, colori e illuminazione ad hoc. La trasformazione dell’aspetto del proprio appartamento non è sempre sinonimo di spese esorbitanti, anzi. Molte volte è sufficiente giocare con luci soffuse e indirette, perfette per favorire il relax e la distensione della mente. Circondatevi di immagini positive, composizioni fotografiche con led luminosi. Sotto ai piedi, poi, l’ideale sarà posizionare un tappeto morbido e accogliente per segnare un ‘distacco’ ideale dal resto della stanza. Per riuscire a rispondere a più necessità (stilistiche e di design in primis), scegliete infine delle lampade che permettano di modulare l’illuminazione.

Divani, poltrone e altre decorazioni

Riuscire a creare un’atmosfera calma e piacevole non rappresenta una prerogativa solo ed esclusivamente dell’area relax. L’intero appartamento dev’essere orientato in questo senso: il miglior trucco per giocare sulla percezione dei volumi è seguire i diktat della cromoterapia.

Uno dei sociologi più famosi per aver approfondito il tema dei colori è lo studioso Max Lüscher, che nel 1947 ideò il test dei colori presentandolo al Congresso internazionale di psicologia di Losanna. I colori, secondo Lüscher sono un potente strumento comunicativo della nostra mente e per questo consentono di analizzare i pazienti adulti, ma anche quelli piccoli che non hanno ancora dimestichezza con altri mezzi di comunicazione. Le lunghezze d’onda che costituiscono i colori, infatti, vengono percepite fisiologicamente dagli esseri umani e registrate nella parte del cervello che controlla le emozioni.

Nello specifico, Lüscher constata che un individuo sceglie o rifiuta un determinato colore in un momento specifico del giorno o della vita, a causa di un motivo indicatore o rilevatore legato alla sfera psicologica.

Ecco quindi che i colori assumono una valenza molto particolare all’interno dell’abitazione in cui viviamo e la scelta di un colore piuttosto di un altro per dare carattere al salotto, alla cucina ma anche al corridoio d’ingresso o alla camera da letto può rappresentare una scelta vincente. Secondo la cromoterapia, per il soggiorno, il suggerimento è quello di applicare le tonalità del verde o del blu: sono colori perfetti per calmare stati di ansia e favorire la concentrazione, magari per leggere o ascoltare della buona musica. In cucina, invece, largo al giallo e all’arancione capaci di agire direttamente stimolando l’appetito e la creatività ai fornelli. Per il corridoio valutate dei giochi di colore che comprendano anche la ‘quinta parete’ ovvero il soffitto. Farlo bi-colore, in bianco e con una striscia a contrasto che guidi lo sguardo verso l’interno della casa, rappresenta un’alternativa curiosa e di maggiore impatto scenico rispetto alla tinta unita. Divani e poltrone rappresentano l’icona del relax per eccellenza, un concetto e un luogo ideale verso il quale iniziare a tendere già mentre si esce dall’ufficio diretti a casa la sera.

E’ qui che avvengono i momenti di socialità, oltre alle sessioni intensive di gioco o di televisione: un divano con penisola sarà perfetto per i più pigri. Se l’inverno e nei mesi freddi vi piace avvolgervi nel plaid con una tazza calda di tisana vicino, scegliete almeno un modello a tre posti che possa accogliervi al meglio. Quanto ai tessuti, sempre meglio quelli naturali: anche il senso del tatto fa la sua parte nella creazione delle condizioni ottimali di relax fisico e mentale. Un contesto rilassante inoltre potrà essere favorito dalla presenza di qualche spazio vuoto, che dia l’impressione di un ambiente ancor più comodo: le energie negative qui sono bandite. Infine, cercate sempre di fare ordine prima di uscire dalla ‘comfort zone’: è un esercizio mentale e anche una buona abitudine che tiene lontano il caos.

Jennifer de Filicaia

Print Friendly, PDF & Email