Uno dei miti più importanti della società contemporanea è il desiderio di conoscere il proprio futuro e quello dell’intera umanità. Possiamo dire che esiste una vera e propria idolatria nei confronti degli astrologi e dei cartomanti anche se la più famosa arte divinatoria è senza dubbio l’astrologia che riscuote il consenso della maggior parte degli individui.

Il ritorno dell’astrologia

Le cause alla base del successo dell’astrologia nel mondo contemporaneo sono numerose e si possono dividere in tre gruppi: cause storico-religiose, psicologiche e sociologiche. Tra le cause storico- religiose le più importanti sono la crisi della religione cattolica, il ritorno del paganesimo e il successo del movimento New Age. Tra le cause psicologiche figurano le particolari caratteristiche della personalità degli individui che si recano dagli astrologi quali ad esempio la volontà di attribuire tutto ciò che avviene al potere delle stelle e l’accettazione di una concezione fatalistica del mondo col conseguente rifiuto di farsi carico delle conseguenze delle proprie azioni.

Numerose sono infine le cause sociologiche del boom dell’astrologia. Il condizionamento dei mass media, la complessità e il carattere labirintico della società contemporanea, che spaventano molti individui spingendoli a chiedere consiglio agli astrologi. Altre cause sociologiche sono i fenomeni di imitazione sociale, i fenomeni di contagio psichico, la ricerca di nuovi punti di riferimento dopo il crollo di molte certezze. Certamente nessun sociologo mette in dubbio che il ritorno dell’astrologia è uno dei fenomeni più importanti del mondo contemporaneo. Un fenomeno che è figlio della rinascita di un paganesimo multiforme che fa sentire i suoi aspetti in tutti i settori della vita sociale.

Nuova era?

Dobbiamo anche mettere in evidenza che moltissime persone sono interessate a conoscere il futuro che attende l’umanità nei prossimi anni dal momento che esistono molti gruppi convinti che siamo vicinia alla fine del mondo.  Altri gruppi invece sono interessati a conoscere il futuro perché sono convinti che siamo entrati in una nuova era nella quale nascerà una nuova razza di uomini in grado di costruire un mondo migliore. Proprio questo desiderio di conoscere il futuro collettivo dell’umanità ha fatto in modo che ritornassero di attualità alcune profezie che in passato erano molto famose. A queste profezie del passato che tra poco prenderemo in considerazione dobbiamo aggiungere il terzo segreto di Fatima. Inoltre secondo molte persone la Madonna sta fornendo delle profezie a Medujugore, nella ex Jugoslavia. Molti nuovi profeti che hanno fondato nuove religioni hanno formulato profezie in cui considerano imminente la fine del mondo.

Le profezie di Nostradamus

Esistono profezie di tutti i tipi che riscuotono l’interesse di moltissimi individui appartenenti a tutte le classi sociali, cominciando dalle profezie formulate da Nostradamus nel 1500. Il grande problema di tali profezie è il fatto che esse  sono scritte in un linguaggio ermetico che ne rende problematica la comprensione e l’interpretazione. Proprio il carattere oscuro di tali profezie rende difficilissimo stabilire quante profezie si sono avverate con certezza. In ogni caso ogni volta che accade un avvenimento drammatico si riparla delle Centurie di Nostradamus.

Nostradamus

Tuttavia il grande problema delle profezie di Nostradamus è che anche quelle che sembrano essersi realmente avverate sono diventate comprensibili solo dopo che gli eventi predetti si erano avverati mentre nessuna profezia di Nostradamus risulta comprensibile prima che il fatto da essa predetto si sia avverato. Noi siamo molto prudenti riguardo la valutazione dell’attendibilità delle profezie di Nostradamus anche se pensiamo che alcune di esse si siano realmente realizzate. Tuttavia per il carattere oscuro di tali profezie quando Nostradamus parla della fine del mondo risulta difficilissimo capire qualcosa intorno a tale avvenimento.

Nostradamus e la fine del mondo

Nostradamus afferma che la fine del mondo sarà preceduta da un “grande male” e da “molte piaghe”. Quando il veggente parla della “universale piaga” molti studiosi hanno visto in tali parole il riferimento alla corruzione dilagante mentre altri credono che si tratti di una pestilenza a livello mondiale. Comunque la maggioranza degli interpreti di Nostradamus ritiene che la descrizione della fine del mondo nata dall’astrologo non sia molto diversa da quelle fornite da altre profezie ivi compresa l’Apocalisse scritta da Giovanni. Nostradamus afferma che l’Anticristo dominerà per un certo periodo sulla terra e solamente pochissime persone resteranno fedeli alla religione cattolica e per tale ragione saranno perseguitate come accadde all’inizio della storia del Cristianesimo. Alla fine comunque l’Anticristo sarà sconfitto. In ogni caso non  è possibile  capire quando accadranno tali avvenimenti.

Le proprietà formali delle religioni. Émile Durkheim ci spiega la religiosità

Le ragioni dell’interesse per le profezie

Prima di passare ad interessarci delle profezie di San Malachia cercheremo di spiegare le ragioni psico sociali e sociologiche del forte interesse per le profezie riscontrabili nel mondo moderno. I sociologi mettono in evidenza che la società contemporanea è estremamente complessa e labirintica tanto da generare molti conflitti, ansie e frustrazioni negli individui. Di conseguenza non solo genera paure nel presente ma ancora di più il futuro dal momento che sono crollati gli ideali e i valori che davano un senso alla vita degli uomini del passato. Frankl parla di “ nevrosi da perdita di senso”. Gli uomini contemporanei hanno perso ogni punto di riferimento, ogni orizzonte di senso ragion per cui sono ormai preda di un’incontrollabile ansia esistenziale.

Non deve quindi stupire che questo clima socio- culturale spinga gli individui ad interessarsi delle profezie viste come un modo per comprendere quello che accadrà in futuro. Gli studiosi di storia sociale paragonano la nostra società a quella esistente nell’impero romano del III secolo D.C. Infatti in quel periodo storico l’impero romano fu scosso da una profondissima crisi economica, sociale e morale che gettò nello sconforto gli individui appartenenti a tutte le classi sociali. Oggi dicono gli studiosi che esiste una crisi altrettanto profonda che spinge gli individui come al tempo dell’impero romano a cercare rifugio nella magia, nell’astrologia e nelle profezie. Tutto al fine di trovare un rimedio all’instabilità del mondo contemporaneo.

Società post cristiana?

Molti sociologi definiscono la società moderna post cristiana e post moderna ( la parola post sta a indicare la crisi della religione cristiana e della modernità). Detto ciò ci interesseremo delle profezie di Malachia, il quale scrisse una famosa profezia che raccoglie 111 brevi frasi in latino che designano altrettanti papi. L’ultimo papa della serie è indicato con il nome di Pietro Romano. Tale papa subirà molte persecuzioni trascorse le quali verrà la fine del mondo. Quindi anche Malachia prevede che gli ultimi cristiani subiranno due persecuzioni che  precederanno la fine del mondo. In questi tempi nei quali la chiesa cattolica sta attraversando una grave crisi, sono tornate in auge le profezie di Gioacchino Da Fiore, il quale dopo severi studi sostenne di aver avuto delle illuminazioni. In seguito a tali illuminazioni gli fu rivelato il significato vero delle profezie contenute nell’Apocalisse di Giovanni.

L’anti cristo

religione pluralismo

Anche Gioacchino profetizzò l’arrivo dell’Anti Cristo, che secondo il monaco calabrese arriverà alla fine dei tempi, giungendo fino alle alte gerarchi della chiesa di Roma. Gioacchino afferma, che molti scambieranno l’Anticristo per il Cristo vero. Esistono poi altre profezie quali il terzo segreto di Fatima e le profezie di Medujugore. Non possiamo prendere in considerazione in tale articolo tali profezie per ragioni di spazio, pertanto ci limitiamo a dire che anche tali profezie riscuotono l’interesse di moltissime persone. Tra l’altro sono in continuo aumento gli individui che sostengono di aver ricevuto dalla Madonna messaggi di tipo apocalittico. Detto ciò riteniamo di aver dimostrato che nella società moderna esiste quella che gli storici delle religioni chiamano ”fame di profezie”.

Prof. Giovanni Pellegrino e Prof.ssa Mariangela Mangieri

Alcuni testi per approfondire

Bibliografia

  • G.Pellegrino, Il ritorno dell’astrologia, New Grafic Service, Salerno, 2004
  • G.Pellegrino, Il New Age , Edisud, Salerno, 2003
  • G.Pellegrino, Il Neopaganesimo nella società moderna, Edisud, Salerno,2004
  • G.Pellegrino, Il ritorno del paganesimo, New Grafic Service, Salerno, 2004
  • J.Vernette, Occultismo, magia, sortilegio, Elledici, Torino, 19991
  • R.Baschera, 2000 nell’anno del Signore,Mondadori, Milano,1989
  • M.Corbaia, Le profezie di Nostradamus, De Vecchi Editore, Milano, 1982
  • K.Kumar, Le nuove teorie del mondo contemporaneo, Einaudi, Torino, 1995
  • J. Vernette, Il New Age, Elledici, Torino, 1995
Print Friendly, PDF & Email