Loki, ossia il Dio dell’Inganno è uno dei personaggi dei fumetti Marvel Comics. All’interno dell’universo cinematografico Marvel, l’MCU, Loki è interpretato da Tom Hiddleston, attore britannico ed è apparso per la prima volta nel film Thor (2011) diretto da Kenneth Branagh. Nella pellicola recitò il ruolo di antagonista principale dell’eroe, Thor, il suo fratellastro. Da allora Hiddleston è tornato ad interpretare il Dio dell’Inganno in altri film ed ora è il protagonista della serie tv Loki, disponibile su Disney+.

Loki, uno dei personaggi più amati dai fan

Il Loki di Hiddleston fa parte della Saga dell’Infinito. Inizia come anti-eroe per poi compiere una evoluzione del personaggio. Da nemico del fratellastro Thor, giunge a combattere delle battaglie al suo fianco. Il Dio dell’Inganno dispone del potere di mutaforma e di creare delle illusioni. Il personaggio è ispirato alla mitologia norrena, quale figlio adottivo di Odino. Loki, personaggio creato da Stan Lee, rappresenta sicuramente una delle figure più controverse dell’intero panorama MCU ed è molto apprezzato dai fan.

Loki, figlio “degenere”: è possibile un parallelismo con Lucifer?

Loki all’interno dell’MCU

Loki, all’interno dell’universo cinematografico Marvel, viene ideato come uno degli antagonisti ed è il rivale principale del film Thor (2011). Il suo scopo è divenire re di Asgaard, sottraendo questo ruolo al fratellastro Thor, il Dio del Tuono e al padre adottivo Odino. In realtà, infatti, è nato a Jotunheim, dal re dei Giganti di Ghiaccio Laufey e da sua moglie Farbauti. Odino lo trova quando era solamente un neonato e lo porta ad Asgaard. Il trattamento degli asgardiani, unito alla scoperta delle sue origini ed una gelosia ed invidia nei confronti di Thor – destinato a succedere ad Odino – lo porta il Dio dell’Inganno a distaccarsi dalla sua famiglia ed agire con fini egoistici, mirando al trono, così come avviene nella pellicola Thor.

Un vero legame affettivo, il personaggio interpretato da Hiddleston lo ha con la madre adottiva, Frigga, interpretata da Rene Russo. Gli scopi del Dio dell’Inganno non vengono raggiunti in Thor, ma il Dio dell’Inganno non demorde e un anno dopo nell’esordio degli Avengers (2012), tenta di conquistare la Terra, aiutato da un esercito di Chitauri. Anche in questa pellicola fallisce nel suo tentativo e la squadra composta da Iron Man, Thor, Hulk, Black Widow, Captain America e Hawkeye, messa insieme da Nick Fury e dallo Shield, riesce a fermarlo.

La vendetta per la morte di Frigga

L’anno successivo, esce al cinema, Thor – Dark World. Nel film si ha il primo passo di un cambiamento di Loki. Viene, infatti, uccisa Frigga dagli Elfi oscuri ed il Dio dell’Inganno è deciso a vendicare l’assassinio, combattendo al fianco di Thor. Durante lo scontro il personaggio di Hiddleston viene pugnalato e finge la sua morte. Una volta che viene sconfitto Malekith, Thor ritorna ad Asgaard e rifiuta il trono. Odino consente al figlio di compiere questa scelta e quando il Dio del Tuono va via, Odino si trasforma in Loki che ha preso il posto di re di Asgaard.

La morte di Loki

Il vero mutamento del Dio dell’Inganno si ha quattro anni più tardi in Thor Ragnarok (2017). Dopo vari colpi di scena, il personaggio interpretato da Tom Hiddleston combatte seriamente al fianco del fratello, di Hulk e di Valkiria per fermare Hela, figlia di Odino. Muore, stavolta realmente, in Avengers – Infinity War (2018), per mano di Thanos, desideroso di riunire le sei Gemme dell’Infinito. Loki, infatti, prima di risvegliare Surtur e scatenare così Ragnarok, porta via da Asgaard, la gemma dello spazio. Nel 2019 in Avengers – Endgame, si vede il Loki del 2012 sfruttare un momento di caos, rubare il Tesseract ad Iron Man, Ant Man e Captain America nel loro viaggio del tempo e sparire. Proprio questo avvenimento dà inizio alla serie televisiva dedicata al personaggio di Loki che ha fatto il suo debutto su Disney+, mercoledì 9 giugni 2021.

Print Friendly, PDF & Email