Bridgerton è attualmente una delle serie più viste su Netflix. La prima puntata è andata in onda il 25 Dicembre 2020 e conta già due stagioni per un totale di sedici puntate. La serie televisiva statunitense, creata da Chris Van Dusen, è basata sui romanzi di Julia Quinn.

La trama narra le vicende della famiglia Bridgerto ed è ambientata in un’utopica età della reggenza inglese che copre il decennio che va dal 1811 al 1820. Siamo nell’alta società londinese nella stagione in cui le giovani donne cercano marito e le madri sono letteralmente in fermento, intente a trovare una buona sistemazione per le proprie figlie.

Oltre alla trama e alle avvincenti e coinvolgenti storie che la serie offre ai telespettatori, si possono cogliere degli argomenti che possono essere analizzati da un punto di vista sociologico:

  • il concetto di famiglia;
  • il ruolo della donna nella società;
  • il concetto del matrimonio all’interno della società.

Menù Interno

Bridgerton e il concetto di famiglia

La famiglia è un nucleo sociale rappresentato da due o più individui che vivono nella stessa abitazione e, di norma, sono legati tra loro da rapporti di parentela o affinità. In Bridgerton le famiglie sono composte da molti figli e molte di esse si sono create non per scelta dei coniugi ma “combinate”. Non desta scalpore, per quell’epoca ma anche per successive epoche recenti, che i genitori delle figlie scegliessero il marito ideale per un buon matrimonio. Le donne erano l’oggetto di scambio tra le famiglie dell’alta nobiltà. La Regina, in ogni stagione, elegge il diamante, ovvero la fanciulla perfetta, preparata dalla famiglia a diventare una brava moglie ed una buona madre sin da piccole. Sono le “doti” a combinare determinati matrimoni.

Bridgerton protagonisti famiglia
i protagonisti della serie su netflix

Dalla trama si evince la predominanza del genere maschile non solo in famiglia (quindi potrebbero essere definite famiglie patriarcali per alcuni aspetti) ma anche all’interno del contesto sociale, un contesto dove le donne devono essere solo pronte a sposarsi raggiunta l’età da matrimonio senza alle volte avere la libertà di scegliere con chi farlo e quando farlo.

Una famiglia quindi fondata su previsioni sociali più che sui sentimenti anche se, in alcun casi, si scopre che non è così.

Il ruolo della donna nella società

Il ruolo della donna nella società è sempre stato in discussione. Le donne, già in altri tempi, erano tenute lontane da alcuni contesti socio-culturali, come se solo il fatto di essere donne precludeva il loro posto nella società. In Bridgerton, in un primo momento, sembra che la figura femminile è rappresentata come un oggetto, un mero oggetto da conquistare, agli occhi della società nobile, per procreare e portare avanti la dinastia. La donna, come detto in precedenza, è preparata a diventare una brava moglie ed una buona madre. Non conta altro. Un ruolo acquisito che in alcuni casi va a limitare le aspirazioni e il pensiero di agire. Le donne che non seguono questo schema sono considerate contro corrente.

Ed è proprio in Bridgerton che alcune di esse escono fuori da questi schemi imposti, da questi ruoli sociali che sembra debbano essere a tutti i costi acquisire per essere accettate nella società. Siamo nel 1800. Sicuramente la donna che più di tutte è da considerare fuori dagli schemi è Eloise Bridgerton. Forte, testarda e sognatrice che vuole raggiungere le sue aspirazioni, vuole godere di una libertà che non si lascerà negare da nessuno, deludendo anche le aspettative altrui.

Bridgerton donne

Bridgerton: Il concetto del matrimonio all’interno della società

Il matrimonio, da un punto di vista sociologico, è considerato un contratto sociale e legale permanente, ovvero una relazione tra due persone che si basa su diritti reciproci tra i coniugi. E’ spesso basato su una relazione romantica, in genere segnala una relazione sessuale tra due persone ed è codificato, socialmente parlando, come un’istituzione sociale in modi legali, economici e religiosi.

In Bridgerton il matrimonio è considerato l’unico modo, per le donne soprattutto, di emergere nella società. Un buon matrimonio porta non solo lustro alla famiglia ma dà opportunità alle donne di prendere parte al contesto sociale in cui sono inserite. Un matrimonio che se per alcune è considerato come un punto di arrivo, il culmine della propria esistenza, per altre è considerato come una trappola in cui non finire.

Non è un matrimonio che permetterà ad una donna di emergere nella società. Saranno il carisma, il carattere e la forza di abbattere stereotipi e luoghi comuni a farlo e Bridgerton, almeno fino ad ora, ha saputo tirar fuori tutto questo.

Bridgerton protagonisti

Siamo nel 1800. Siamo nel 2022. Tante cose sono cambiate. La società è mutata talmente velocemente che in alcuni casi sembra difficile starle al passo. Tanti temi affrontati non sembrano poi così lontani da noi, dalla nostra epoca. Un’epoca fondata sul materialismo e su poca sostanza, un’epoca in cui molti diritti sembrano ancora essere calpestati e così lontani dall’essere tutti uguali.

Bridgerton è ambientata nel 1800 ma tocca temi come il potere, la società, la casta, l’amore, il sesso, l’amicizia, il pettegolezzo, lo scalpore tipici del nostro tempo. Eppure è una serie televisiva che per alcuni aspetti rispecchia molto i nostri giorni.

Print Friendly, PDF & Email