Se è vero che i social network sono un elemento sempre più imprescindibile nelle nostre vite, è anche giusto che aiutino a migliorare la quotidianità e assolvano ad una vera e propria funzione sociale. E così Facebook scende in campo per dare una mano a coloro che ne hanno bisogno. È notizia recente, infatti, che la società di Mark Zuckerberg ha introdotto una particolare tecnologia specifica per le persone non vedenti. Attraverso l’uso dell’intelligenza artificiale e del riconoscimento degli oggetti, questa tecnologia permette di descrivere ai non vedenti le immagini che scorrono sul social network.

“Vedere” le immagini

La funzione si chiama “Testo Automatico Alternativo” (Automatic Alternative Text) e consente a coloro che trovano un immagine scorrendo la propria bacheca di ascoltare tutta una serie di elementi utili a “vedere” l’immagine stessa. La descrizione fornita riguarda il numero di persone e gli oggetti eventualmente presenti nella foto, come ad esempio “tre persone che sorridono”, con indicazioni aggiuntive riguardanti l’ambientazione al chiuso oppure all’aperto. Ci sono voluti circa dieci mesi per sviluppare questa particolare tecnologia, usando reti neurali in grado di simulare il modo in cui il cervello vede le immagini.

I social network nel futuro

“Con più di 39 milioni di persone non vedenti e più di 246 milioni di individui che hanno serie disabilità visive – spiegano Shaomei Wu e Hermes Pique, ingegneri che hanno messo a punto questa funzione – molte persone possono sentirsi escluse dalle conversazioni riguardanti le foto su Facebook. Vogliamo costruire una tecnologia che aiuti la comunità non vedente a godere della migliore esperienza possibile del social network”.

Sasha Sanchez

Print Friendly, PDF & Email